Manifestazione del 31 gennaio

Ricevo dal “comitato 5 dicembre” e condivido volentieri.
I problemi causati dalla ferriera colpiscono tutti, indipendentemente dal credo politico, dal lavoro, del ceto sociale, RICORDIAMOCELO BENE.

Le attuali condizioni in cui opera la Ferriera di Servola non sono compatibili con la salute umana e l’ambiente circostante. Gli stessi lavoratori sono costantemente sottoposti ad un grave ricatto occupazionale, scarseggiando a Trieste l’offerta di posti di lavoro. Considerata la situazione attuale completamente irrisolta, riteniamo che il rilascio della nuova AIA sarebbe un gravissimo errore che metterebbe seriamente a repentaglio non solo la Salute Pubblica ma anche la credibilità stessa delle Istituzioni. Chiediamo inoltre vengano immediatamente rispettati gli impegni presi riguardanti l’Area a Caldo e cioè la sua chiusura qualora non fosse stato possibile fermare ogni tipo di inquinamento da essa provocato. Per questo il 31 gennaio saremo in piazza a fianco dei triestini per chiedere Giustizia, Salute e Lavoro per la nostra città1621965_927629723952154_3868008492762833615_n

FERRIERA: MANIFESTAZIONE CITTADINA

Care triestine, cari triestini,

Questo post non vuole essere né a favore della mia candidatura, né a favore dell’indipendenza.
Vuole essere un’invito a tutti i triestini.
Un’invito a partecipare alla manifestazione del 31 gennaio indetta dal “Comitato 5 Dicembre – Giustizia Salute Lavoro”; è una causa giusta, che va al di lá delle ideologie, dei partiti, dei litigi.
In ballo c’è la salute di tutti noi, nessuno escluso.
Se vogliamo che le cose cambino, dobbiamo partecipare attivamente, deve finire il “no se pol” che ci stanno imponendo.
Se non facciamo qualcosa, e non lo facciamo ADESSO, potrebbe essere troppo tardi.
Ci vediamo il 31 gennaio alle ore 15:00 in piazza Oberdank/piazza della Caserma.
NON MANCATE!
https://www.facebook.com/events/163090560718128/

 

1621965_927629723952154_3868008492762833615_n

Chi sbaglia deve pagare.

Care amiche, cari amici,
sembra che il peggio a Trieste non abbia mai fine.
Dopo la truffa delle Cooperative Operaie, dove sembra non esserci nessun colpevole, ma solo le vittime, ossia i cittadini, stiamo assistendo a un’altra triste pagliacciata: il rilascio dell’AIA alla ferriera di proprietà del cavalier Arvedi.
Per chi non lo sapesse Arvedi è una vecchia volpe tra gli industriali della vicina repubblica italiana: finanzia i maggiori partiti senza vergogna, per ricevere a cambio lucrosi affari. Alle ultime elezioni, nel dubbio, aveva dato 300mila euro rispettivamente a PD e PDL.
E questa cifra è solamente quella dichiarata ufficialmente.

coso e arvedi
Una coppia di personaggi a quali di Trieste non importa nulla: Arvedi e Cosolini

Non deve quindi sorprendere che l’attuale sindaco, da molti giudicato come il peggiore della storia di Trieste, abbia dato in mano la ferriera a questa persona, ignorando prima i vari progetti di riconversione dell’impianto che erano stati presentati (vedi https://marcofrank.net/2015/11/12/quinto-punto-del-programma-riconversione-della-ferriera-di-servola/), tutte le segnalazioni dei ripetuti e innumerevoli sforamenti della ferriera poi.
Illegalità su illegalità, il tutto per spremere fino all’ultima goccia il territorio dell’ultima colonia italiana, Trieste.
Che poi la gente si ammali e muoia, non importa.

Come ho già detto, dico e dirò: gli amministratori passati devono essere processati e pagare le loro colpe contro la comunità. La figura del politico impunibile, corrotto e staccato dalla cittadinanza deve sparire.

Le prossime elezioni sono un’occasione, la nostra occasione, per cambiare questo stato di cose.

Ferriera1
L’inquinamento visibile dallo spazio..non servono commenti

Le competenze del sindaco

Care amiche, cari amici,

Usando una frase ampiamente abusata, “sapere è potere”.
Potere di cambiare le cose, potere di far rivivere Trieste, potere di ridare speranza ai triestini.
Varie persone dicono spesso “con un sindaco indipendentista non cambierebbe niente” o “un sindaco non può fare niente”. Se prendiamo come esempio gli ultimi amministratori, interessati più al guadagno personale e del partito di turno, è proprio così.
Ma se andiamo a leggerci lo statuto, scopriamo che non è per nulla così, anzi. Il sindaco ha molti poteri, che potrebbero cambiare TOTALMENTE la rotta sulla quale gli amministratori vogliono indirizzare Trieste, ossia la sua completa distruzione.
Per questo sto pubblicando sulla mia pagina facebook le parti dello statuto di Trieste che riguardano le competenze del sindaco, commentandole.
Le potete trovare al seguente link, in continuo aggiornamento.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.732925293479004.1073741830.729339387170928&type=3

 

12195904_732925303479003_4604261401799524924_n

Quinto punto del programma: riconversione della ferriera di Servola

Il quinto punto del mio programma non può non riguardare la ferriera.
Chiunque di noi che abbia subito un lutto a causa di un tumore, avrà sicuramente pensato a qualche relazione tra la malattia del suo caro e le emissioni dello stabilimento triestino.
Il ricatto ormai decennale della perdita dei posti di lavoro, deve essere affrontato e vinto: le amministrazioni che si sono succedute nel mal governo di Trieste hanno usato questo pretesto per evitare qualsiasi riconversione del sito e continuato a favorire gli amici degli amici, infischiandosene della salute dei cittadini.
La mia proposta riguarda una riconversione del sito per creare una piattaforma logistica proprio nel sito antistante la Ferriera che come ben sappiamo presenta una gravissima situazione di inquinamento, progettata dagli austriaci della AMEM (Austrian Marine Equipment Manufacturers).
La piattaforma permetterebbe di ospitare circa 1.000.000 di teu e di essere collegata, mediante linee ferroviarie, al futuro mega-hub di Vienna.
Come qualsiasi persona può facilmente notare, si tratterebbe di una riconversione che non solo non farebbe perdere nessun posto di lavoro, ma permetterebbe di migliorare l’economia cittadina e di ridurre drasticamente l’inquinamento del territorio triestino.

Per vedere in cosa consiste il progetto, vi prego di controllare questi link:
http://www.amem.at/pdf/AMEM_Servola-Infrastucture.pdf

http://www.triest-ngo.org/it/progetto-austrian-marine-equipment-manufacturers/

12191580_730722267032640_5559356264145858653_n