Relazioni pericolose

Relazioni pericolose

Care amiche, cari amici,

È  ancora fresca la notizia del decreto attuativo per il Porto Internazionale di Trieste. Aspettando il testo definitivo, è innegabile che senza il lavoro indipendentisti e portuali la questione continuerebbe a essere bloccata.

Come da italica tradizione, tutti i politici, con un giro a 180 gradi, stanno salendo sul carro dei vincitori, dimenticandosi di “Trieste città turistica” e passando a “Trieste porto internazionale”. Fin qui nessuna sorpresa.

La novità la troviamo invece nella difesa e promozione fatta al senatore Russo da parte della destra nazionalista triestina, capace anche di negare l’evidenza e addirittura di elogiare il PD, dando meriti non suoi a chi ha fatto di tutto per strangolare il porto triestino, come possiamo vedere nell’immagine.

19574933_1550296451709943_4902329606802354064_o

Come possa un senatore di “sinistra”, rappresentante di uno stato “democratico” essere legato a uno schieramento politico di destra, con personaggi che si richiamano più o meno esplicitamente al ventennio, resta un mistero.

Vi immaginereste un rabbino nella sede del partito nazista? Sarebbe possibile vedere un afroamericano a una riunione del Klu Klux Klan?
La risposta è ovvia: NO.

Eppure il senatore non disdegna farsi vedere con gruppi “apolitici” di estrema destra, che, come per magia, lo difendono e lo promozionano.

russo merda

Le due forze che hanno bloccato e bloccano Trieste riunite e che si supportano; difficile pensare che si tratti di una coincidenza.

Annunci