Propaganda, divide et impera, analfabetismo funzionale

Care amiche, cari amici
Spesso varie persone a Trieste mi hanno chiesto: “Ma perché tanti de lori no i capisi? Perché no i vol scoltarne sul TLT? Con l’indipendenza gavemo solo de guadagnarghe!”
Non bisogna deprimersi o scoraggiarsi per questo; bisogna prima analizzare, poi riflettere e infine agire.
Iniziamo analizzando e riflettendo: ci sono essenzialmente tre problemi a riguardo.

Il primo, il più evidente, è la propaganda martellante da parte dei mezzi d’informazione monopolisti a Trieste: “tele4” e “il piccolo” sono praticamente degli organi di un partito, il PD, che sta monopolizzando la vicina repubblica italiana e saccheggiando Trieste. Ovviamente con la finalizzazione del TLT non solo perderebbero tutto quello che hanno rubato e i progetti folli che tentano di avviare a discapito della cittadinanza fallirebbero (vedi il delirio sul punto franco nord avviato da Francesco Russo), ma vedrebbe gli attuali e passati amministratori in giudizio per castigare le loro numerose malversazioni.

Il secondo aspetto riguarda i 60 anni di occupazione dell’amministrazione italiana, con conseguente indottrinamento della popolazione a partire della scuola, quasi sempre con una retorica fascioirredentista da una parte e panslavista dall’altra, per rinfocolare di continuo odio e divisioni, distrendo così i triestini dagli effettivi problemi del territorio (basti vedere come ciclicamente ritornano scontri su foibe, titini, camicie nere, ecc.). Il “divide et impera” degli antichi romani a Trieste si è rivelato purtroppo alquanto efficace.

Il terzo, più subdolo e strisciante, è l’analfabetismo funzionale, dovuto ad un sistema scolastico sempre più arretrato e deficiente, atto solo a creare nuovi precari ed a diffondere le ideologie del governo italiano di turno. Cos’è l’analfabetismo funzionale? L’enciclopedia Treccani lo definisce come “l’incapacità a usare in modo efficace le competenze di base (lettura, scrittura e calcolo) per muoversi autonomamente nella società contemporanea”. Chiunque può accorgersi di quanto questo sia un problema gravissimo, esemplificato nella seguente immagine.

11891238_871044492962712_1970813033857484232_n

Quindi un analfabeta funzionale non capisce un testo che legge, non lo sa analizzare e nemmeno relazionarlo con qualcosa che vada più in la delle sue esperienze dirette.

Facciamo un esempio.

Provate a parlare con chi vi dice che il TLT è come “Topolinia” o é “passato di moda”. Chiedetegli da dove ha queste informazioni: quasi sicuramente vi dirà “il piccolo” o “tele4”. Bene, se continuate, a seconda del suo credo politico vi darà o del nazifascista o del slavotitinocomunista. Chiedetegli poi di leggere un qualsiasi articolo sul TLT e di relazionarlo con la realtà; se avrà la forza di rispondervi, quasi sicuramente vi dirà: “E le pensioni? Chi le paga? E la sanità?”. Non solo, vi accorgerete che il suo mondo non va più in la di Monfalcone da una parte e di Cittanova dall’altra, normalmente per cercare qualche ristorante.

Sono persone cattive? Sono dei nemici di Trieste? No, sono semplicemente il risultato di sessant’anni di pessima amministrazione e indottrinamento.

Passiamo quindi all’agire.

Cosa possiamo fare per svegliare questi triestini?
Dargli informazioni facili, concrete, tangibili.
Niente trattati, leggi e codici: semplicemente non li capirebbero.
Per fare questo nei prossimi gironi chiederò il vostro aiuto: sarà un’azione semplice, ma efficace.
Ma soprattutto sarà un aiuto per la Causa e per Trieste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...